Una Moneta per Alan Turing – news


[38° grammo]

La petizione internazionale A Coin For Alan Turing è in pieno svolgimento.

Ne ho ampiamente parlato in questo precedente post di settembre delle scorso anno  Una Moneta per Alan Turing ; adesso ne riparlo per darvi le ultime novità:

  • al momento oltre 570 persone di varie nazionalità hanno aderito alla petizione
  • ho iniziato ad inviare lettere formali a varie zecche e banche nazionali per informarli della petizione.
  • La più importante ed autorevole rivista di numismatica italiana, Cronaca Numismatica, ha appoggiato l’iniziativa

Nel numero di questo mese, Gennaio 2011, Cronaca Numismatica pubblica una mia lettera alla redazione a cui segue una bella quanto competente risposta dal Dott. Roberto Ganganelli, che ringrazio (e con lui la rivista) anche per avermi autorizzato a pubblicarla in questo blog.

Questa è la mia lettera:

Gentile Redazione

Mi permetto di segnalare questa iniziativa che penso sia degna della vostra attenzione. Si tratta di una petizione internazionale per richiedere ai governi europei di coniare, nel 2012, una moneta commemorativa in omaggio ad Alan Turing, nel centenario della sua nascita .

Perché una moneta per Alan Turing?

E’ probabile che molti non abbiamo nemmeno mai sentito questo nome, eppure stiamo parlando di una delle menti più geniali del novecento a cui tutti dobbiamo molto.

Alan Mathison Turing (Londra, il 23 giugno 1912 – Wilmslow, 7 giugno 1954),  è considerato uno dei più grandi matematici del secolo, scorso. Negli anni quaranta a Bletchely Park escogitò il sistema per battere la macchina codificatrice Enigma, dando il fondamentale impulso alla sconfitta del Nazismo ed alla fine della seconda guerra mondiale. Ideando quelle che furono chiamate le “bombe di turing”, ha fondato la moderna scienza dei calcolatori. Alla fine della guerra ha progettato ACE (Automatic Computing Engine), il primo computer in grado di eseguire un programma caricato in memoria. Con i suoi lavori nella logica-matematica ha posto le basi dell’intelligenza artificiale, termine che verrà coniato due anni dopo la sua morte.

Negli anni cinquanta iniziò ad occuparsi con successo di biologia ed in particolare di morfogenesi.

Nonostante questo enorme contributo dato all’umanità, è stato perseguitato e costretto alla castrazione chimica perché omosessuale. Posto di fronte alla terribile scelta tra il carcere che significava anche la fine dei suoi lavori scientifici ed universitari e la castrazione chimica, scelse quest’ultima. La cura di ormoni lo rese impotente e gli fece crescere il seno. Il 7 giugno 1954 venne trovato morto nel suo letto per avvelenamento di cianuro di potassio; un suicidio realizzato probabilmente attraverso una mela morsa rinvenuta vicino al corpo e che incredibilmente nessuno ha pensato di analizzare.

Solo nel 2009 il governo britannico ha presentato le scuse ufficiali formulate dal primo ministro Gordon Brown dopo una petizione ed una grande campagna internet.

Mi sono detto: ma che altro si deve fare per meritare una moneta commemorativa.

Le monete hanno ospitato e ospitano i volti di migliaia di personaggi, rendendo omaggio al loro genio, alle loro gesta, ed al contributo che hanno dato nella loro vita. E allora, perché non coniare nel 2012 una moneta commemorativa per Alan Turing. Perché i paesi europei non dovrebbero concedergli questo onore di dedicargli una moneta, una memoria metallica circolante di mano in mano. Bene, mi sono detto che valeva la pena tentare quello che pare impossibile. Ho quindi creato una petizione internazionale da sottoscrivere online a questo indirizzo.

http://www.ipetitions.com/petition/coin4alanturing/

Al momento in cui scrivo (ottobre 2010) oltre 460 persone di varie nazionalità hanno sottoscritto la petizione

Nella speranza che vogliate promuovere questa iniziativa sulla vostra autorevole e fondamentale rivista di numismatica che seguo sempre con grande interesse, segnalo anche la pagina facebook “A coin for Alan Turing – petition

Nel salutarvi non posso esimermi dall’invitarvi a firmare la petizione online

Grazie per l’attenzione

Cordiali Saluti
Adriano Parracciani

Questa è la risposta di Roberto Ganganelli CN:

La lettera del signor Parracciani e la storia – per certi versi incredibile, nella sua crudezza – che racconta ai nostri lettori non può che suscitare stupore e tristezza. Personalmente, conosco bene ed ho sempre guardato con ammirazione la figura di Alan Turing, forse a causa – anzi, per merito – degli studi a indirizzo informatico intrapresi all’Università, e ricordo bene l’uso delle cosiddette “macchine di Turing” (i modelli formali deterministici, a stati finiti) impiegate per la formalizzazione e la successiva implementazione di situazioni reali dei tipi più vari. Vero e proprio “anello di congiunzione” tra il ragionamento umano e ciò che, concretamente, una macchina calcolatrice è in grado di realizzare, gli studi dello scienziato britannico costituiscono uno degli strumenti su cui, ancora oggi, si basa l’analisi informatica, quella disciplina rigorosa e complessa che è lontana anni luce da ciò che gli utenti finali percepiscono usando, talvolta a sproposito, gli applicativi domestici o la rete Internet.

L’idea di dedicare ad Alan Turing una moneta commemorativa è perciò lodevole e, come redazione non possiamo che appoggiarla pienamente e invitare i lettori, se non a sottoscriverla, almeno a documentarsi su questo grande scienziato del Novecento la cui vicenda umana, così terribile e distante dalla sensibilità di oggi, pare quasi uscita da un romanzo pulp di pessimo livello.

Il fatto, poi, di pensare ad una commemorativa circolante – magari quei 2 euro che rappresentano, oggi come oggi, la più genuina e apprezzata espressione della moneta unica europea – potrebbe conferire alla commemorazione, a mio parere, un valore e un significato in più. Oltre che a celebrare un grande genio della scienza, infatti, la moneta potrebbe rivelarsi ancora una volta – se appoggiata da una campagna informativa sulla vita di Turing e la sua tristissima vicenda – come uno strumento efficace per sensibilizzare contro l’omofobia che, oggi come ieri, sfocia spesso in violenza ed episodi di sopraffazione e discriminazione.

Mettendo da parte le convinzioni morali o religiose, le opinioni personali, i parametri con i quali ciascuno di noi considera “il diverso” rispetto ai propri canoni di “normalità”, ciò da cui non si può né si deve mai prescindere è il rispetto degli individui, dei loro diritti inviolabili, della libertà personale. Alan Turing, comunque si vogliano valutare la sua esistenza e la sua fine, è stato una vittima del XX secolo, di quella stessa cultura alla quale ha invece dato, con la sua opera scientifica, un contributo così sostanziale e rivoluzionario. Anche per questo, probabilmente, si meriterebbe ben più delle scuse formali del Governo britannico o di una moneta commemorativa.

Dott. Roberto GanganelliCN Cronaca Numismatica

Attendo commenti ma ancor più attendo firme e promozione dell’iniziativa🙂

Questa voce è stata pubblicata in Iniziative, News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una Moneta per Alan Turing – news

  1. Pingback: Craccarono Enigma | Grammi di Storia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...