la valle del dollaro


[57° grammo]

A monte del dollaro c’è una valle

In questo giochetto di parole si racchiude la storia e le origini della parola dollaro, il nome di varie monete mondiali, in primis quella USA e poi dell’Australia, Canada, Hong Kong,  Liberia, Nuova Zelanda, Panama ed altre decine di stati

Scavando alla ricerca delle radici del dollaro, appena sotto la superficie troviamo il  dolares, poi andando più giù troviamo il tallero ed infine la solida radice: il thaler

dollaro -> dolares -> tallero -> thaler

Partiamo dalla radice e risaliamo.

I Monti Metalliferi sono una catena montuosa che funge da confine naturale tra l’attuale Repubblica Ceca e la Germania ed il particolare separa le due rispettive regioni: Boemia e Sassonia (in evidenza nella cartina di lato riferita all’anno 1000).

L’appellativo metallifero dice tutto sull’importanza di questa zona, che crebbe in particolare durante l’alto medioevo, quando vi furono scoperti vari giacimenti di argento. In quel periodo l’argento scarseggiava in tutta l’Europa ed infatti le monete erano svalutate e contenevano magre quantità di metallo fino (titolo). Le scoperte di copiosi depositi di argento favorì la ripresa di una moneta forte ed anche dell’economia.

Il conte boemo Stephan Schlick era proprietario di terre nella zona chiamata Joachimsthal ossia valle di San Gioacchino; ed ecco che siamo alla radice: si perché il suffisso thal=valle.

In questa zona verrà scoperto un grosso giacimento di argento ed il conte aprì una minierà che fece arrivare migliaia di lavoratori anche dalla Sassonia; la valle divenne così popolata ed operosa che ottenne lo status di città libera, e non solo. Intorno al 1520 il conte ottenne l’autorizzazione dal re di Boemia di battere moneta e così con l’argento estratto dalle sue miniere decise di coniare una grossa moneta che fu chiamata Joachimsthaler

Joachimsthaler

[Sul dritto San Gioacchino e sul rovescio il leone di Boemia]

Anche altre valli della zona, ricche di miniere, iniziarono a battere monete simili, ognuna con il suo nome seguito dal suffisso thaler. In poco tempo divenne d’uso comune utilizzare solo il suffisso e queste monete d’argento presero a circolare con successo in tutta Europa con il nome di thaler = talleri

Il Tallero divenne una moneta di riferimento in Europa, usato come standard nel commercio e battuto da Germania, Prussia e Austria. Una moneta d’argento di grande dimensione come la Corona inglese ed il Reale spagnolo

Quando gli europei iniziarono a colonizzare le americhe si portarono dietro le loro monete ma poi nei vari insediamenti proprio per la scarsità di moneta utilizzarono di tutto per le locali attività commerciali; pietre, conchiglie, metalli, pezzi di monete ecc

Furono gli Spagnoli i primi a portare le proprie monete nel nuovo mondo e ad aprire le zecche nel sud America e nel Messico. Con la riforma monetaria del 1497 gli spagnoli avevano creato il peso, noto anche come Pezzo da Otto perché si trattava di una moneta d’argento dal valore di 8 Reali.

Pezzo da Otto

[foto da  wikipedia]

Sul rovescio: due emisferi terrestri tra le colonne d’Ercole cinte da un nastro con il motto PLUS ULTRA (più avanti). Di lato la M simbolo della zecca del Messico

Sul dritto: sul contorno la legenda “Filippo V, per grazia di Dio, re delle Spagne e delle Indie” e al centro lo stemma di Castiglia e León con Granada alla base e lo scudo dell’Angiò.

I Pezzi da Otto erano ufficialmente dei Pesos ma vennero chiamati anche Dolares, dizione spagnola di thaler,  in quanto moneta simile al Tallero.

A partire dal XVI secolo questi dolares battuti nella Zecca di Lima e poi da quella del Messico, iniziarono a circolare in tutta l’America Ispanica e poi nelle altre colonie europee nel nord, assieme alle monete inglesi. Alla fine però i Dollari Spagnoli vinsero sulle Sterline Inglesi.

Il Regno Inglese aveva stabilito che qualsiasi genere di valore trovato nelle loro colonie dovesse essere spedito in Inghilterra,  così come le eventuali monete straniere. Aveva concepito un sistema di monopolio del commercio che di fatto imponeva alle colonie di trattare esclusivamente con la madrepatria. Totalmente inaccettabile per lo spirito libero ed imprenditoriale degli Americani che invece fecero tutt’altro. Traffici locali ed utilizzo di varie monete tra cui alla fine preferirono i Dollari Spagnoli

Peace Dollar 1921Gli Stati Uniti d’America nascono nel 1776 ma non batteranno moneta fino al 1792 anno in cui venne emesso il Coinage Act.

L’allora segretario al tesoro Alexander Hamilton raccomandò al congresso di utilizzare il dollaro come unità monetaria statunitense, seguendo lo standard dei dollari spagnoli; inoltre raccomandò di utilizzare il sistema decimale al posto di quello duo-decimale inglese. E così fu

Ecco come da una valle della mittle-europa  si arriva al dollaro

thaler -> tallero -> dolares -> dollaro 

PS: Se provate sul traduttore di google a scrivere la parola thaler selezionando il ceco come lingua ed ascoltate la pronuncia sentirete che si avvicina molto a dollaro

Questa voce è stata pubblicata in Grammi e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a la valle del dollaro

  1. Pingback: la valle del dollaro – SESTERTIVS

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...